martedì 11 settembre 2012

Salvadanaio in tetrapack

Per questo lavoretto che ho fatto (e rifatto!) con il bimbo più grande ho preso spunto da un'idea proposta da Paint your life. In trasmissione veniva creato un portatrucchi a tre scomparti (con tre contenitori attaccati), mentre noi abbiamo fatto un salvadanaio che abbiamo regalato ad un amichetto per il suo compleanno.

Il concetto è quello di riciclare un cartone di tetrapack che può essere di varie forme, da quello del latte (come abbiamo usato noi) a quello dei succhi di frutta. Occorre anche della carta marrone, che può essere quella dei sacchetti del pane (così ricicliamo anche quelli), della colla tipo Attack, del vinavil e un cordoncino o una stringa (a seconda dell'effetto desiderato, ma vi dirò meglio più avanti).

Prima cosa: lavare ed asciugare un contenitore in tetrapack.
Per fare il salvadanaio, ho tagliato un foro (bello grande!) nella zona dove c'è il tappo in plastica.


Con mio figlio abbiamo deciso di creare dei disegni in rilievo, a forma di euro (dal momento che si tratta di salvadanaio...!!!), su ogni lato del tetrapack. Il piccolo artista ha quindi disegnato il simbolo dell'euro e ritagliato la stringa della lunghezza corrispondente al semicerchio e ai due trattini orizzontali. Io ho seguito questo disegno con la colla (attack), e lui ha poi fatto aderire la stringa:


A questo punto occorre aspettare che la colla asciughi; meglio proseguire il giorno successivo.

L'indomani abbiamo preparato un piatto con vinavil annacquato, abbiamo preso un sacchetto del pane e l'abbiamo strappato in piccoli pezzi. Ogni pezzetto è stato quindi immerso nella miscela di acqua e colla, ed attaccato al tetrapack.
Nella zona dell'euro (!) occorre usare pezzi di carta più piccoli da far aderire bene con l'aiuto di un pennello, di modo da non perdere i contorni del disegno; nelle altre zone si possono usare anche pezzi più grandi.


Ancora una volta, occorre aspettare che asciughi........ mettiamo da parte per l'indomani.

Una volta asciutto, si può pitturare con della tempera (qui l'artista ha voluto essere minimalista...un semplice bianco di fondo):


... e poi ripassare con leggeri tocchi di pennello sul disegno fatto con la stringa, di modo da valorizzarlo


e personalizzarlo con scritte e disegni (anche qui minimalismo... oppure l'artista era in una fase di scarsa ispirazione :-) )


Voilà! Il nostro salvadanaio è pronto per essere usato.

Questa idea di riciclo può avere molte varianti: come detto, si può giocare sulla forma del contenitore, sul taglio eseguito, sui disegni da mettere in rilievo e sul tipo di cordoncino (spago, fettuccia, stringa da scarpe...) utilizzato, oltre che naturalmente sui colori e sui disegni fatti a mano libera.

In effetti prossimamente vorrei fare un portamatite, dal momento che è iniziata la scuola....


1 commento:

  1. Grazie mille, rielaboreremo l'idea!!
    Hester

    RispondiElimina